Un Po' di Storia


Fare il pastore
era il destino di Massimo

“Voglio bene ai miei animali, ne ho cura come fossero figli. Compreso Otto, il cane che mi aiuta nel lavoro. La selezione dei capi da macellare è sacrificio per il benessere del resto del gregge”.


Passione, impegno e sacrificio!
Ecco gli ingredienti dell’Azienda Agricola Massimo Balduzzi




Massimo Balduzzi nasce e cresce a Clusone, nel cuore pulsante dell’alta Valle Seriana. Sin da giovanissimo affronta il mondo del lavoro - in campo edilizio, secondo tradizione paterna – con abnegazione e pragmatismo tipicamente orobici. La sua esperienza di pastore ha inizio con un capretto regalato da una zia, quasi per scherzo, alla prima comunione. A questo primo animale se ne aggiungono presto altri, fino al punto in cui si rende necessaria una vera e propria stalla per accoglierli. Ecco allora gli incontri con i vecchi pastori, da cui Massimo si reca per apprendere le basi e poi i segreti di questo mestiere millenario. L’allevamento cresce, insieme al numero dei capi, e ad esso si aggiungono la macellazione e la lavorazione della carne direttamente in azienda. Altre abilità, altre conoscenze, altri impegni. Oggi, appena trentenne, Massimo conduce l’azienda agricola che porta il suo nome con dedizione e passione, potendo contare su un talento spiccato e su quel coraggio – ma anche caparbietà – che gli consentono di affrontare le quotidiane sfide.